Vigorspa.it

Benessere & Relax

Vigorspa.it

Guida alla scelta del lettino per estetista

La scelta di un lettino per estetista non è mai facile, anche perché esistono vari modelli di questo importante strumento che è alla base di ogni attività, piccola o grande che sia, legata al wellness e alla bellezza.

Prima dell’acquisto è quindi importante valutarne attentamente le caratteristiche in modo da poter scegliere il modello e la tipologia di lettino adatto ai servizi che verranno offerti nel centro estetico.

Ecco, dunque, una guida utile per tutti coloro che stanno pensando di procurarsi un lettino per estetista Lemi e desiderano qualche informazione in più prima di procedere all’acquisto.

Utilizzo del lettino

In base all’uso che ne verrà fatto, esistono lettini per estetista/massaggio specificatamente indicati per attività domiciliari, centri benessere medio piccoli oppure grandi SPA.

Dimensioni

Una delle prime cose da prendere in considerazione è lo spazio che si ha a disposizione e, di conseguenza, orientarsi sull’acquisto di un lettino in base alle sue dimensioni che, solitamente, hanno una lunghezza standard di 185 cm, una larghezza tra i 70 e i 76 cm e un’altezza (il più delle volte regolabile) tra i 60 e gli 86 cm. Alcuni modelli possono raggiungere lunghezze anche di 2 metri grazie al poggiatesta estraibile.

Carico massimo sopportato

Il lettino, soprattutto se utilizzato per massaggi e per pratiche fisioterapiche, deve essere sufficientemente robusto per sopportare non solo il peso dei pazienti più robusti e pesanti, ma anche le sollecitazioni date dall’attività del fisioterapista o massaggiatore durante lo svolgimento del suo lavoro. È sempre consigliabile optare per lettini con un carico massimo elevato, generalmente non inferiore a 250/270 kg.

Lettino fisso o portatile

La questione carico da sopportare diventa ancor più importante se si deve optare per un lettino da estetista/massaggio portatile. IN tal caso deve esserci un giusto compromesso tra il carico massimo e la caratteristica di trasportabilità del lettino che lo rende ideale per tutti quegli operatori che esercitano la loro professione a domicilio oppure recandosi in workshop e saloni su richiesta. Leggeri ma robusti, i lettini portatili volta ripiegati possono essere facilmente trasportati anche da una sola persona.

Lettino manuale o elettrico

Quando si ha abbastanza budget a disposizione la scelta di un lettino elettrico, è senza dubbio la scelta migliore anche per le attività di piccole dimensioni. I lettini da massaggio elettrici consentono di regolare con facilità l’altezza, l’inclinazione dello schienale e di spostare la zona centrale semplicemente agendo su dei pulsanti o usando un telecomando che azionano uno o più motori elettrici.

Accessori

Come visto in precedenza con il poggiatesta rimovibile, alcuni modelli di lettini permettono di utilizzare una serie di accessori che permettono di far stare più comodo il paziente e consentono all’operatore di lavorare con più efficacia e in maniera localizzata su determinati punti del corpo. Poggiatesta, estensioni per braccia e gambe, sezioni mobili, portarotolo (per la sostituzione della carta alla fine di ogni seduta) e cassettiere sono solo alcuni degli accessori che possono essere abbinati ad alcuni modelli di lettini.

Materiali e solidità costruttiva

Il lettino per estetista è un’attrezzatura che dovrà essere funzionale all’attività per molti anni, dunque la sua robustezza e solidità costruttiva e i materiali con cui è realizzato sono caratteristiche importantissime da prendere in considerazione prima dell’acquisto. Materiali come legno e metallo sono da preferire per i lettini fissi, mentre l’alluminio (vista la sua robustezza e leggerezza) è indicato per i lettini portatili. Entrambi, comunque dovranno presentare anche rivestimenti e imbottiture di qualità.